Residenza storica

La struttura era in origine parte di un chiostro di un convento francescano del XV secolo, venduto a privati nel XIX sec. in uno dei borghi più antichi della Basilicata. La struttura è costituita da due ambulacri paralleli, divisi in tre campate ciascuno, voltate a crociera. Sui lunettoni delle pareti, sono presenti affreschi del XVI secolo raffiguranti storie cristologiche. Sono stati recuperati gli ambienti originali e la pavimentazione è stata integrata con elementi in cotto e riggiole dell’Ottocento. Nel primo ambulacro, è stato realizzato un grande salotto con panche e tavolini in muratura con inserti in maiolica. Dal secondo ambulacro si accede al giardino. Nell’ambiente sottostante ai due grandi ambulacri si sviluppa la cantina scavata nella roccia e rivestita in tufo e mattoni di terracotta. Adiacenti alla struttura, ad un piano superiore, si trovano le camere da letto e nel grande disimpegno delle stesse, è stato realizzato un divisorio impreziosito da cornici in gesso con al centro un' alcova, nella quale è inserito un letto francese. Nello stesso spazio, è stato progettato un grande stipo con decorazioni d’ispirazione ottocentesca che contiene un piccolo angolo cottura, a servizio delle camere da letto.